Home Eventi 25 aprile: Corrireggio, premio virtù civiche a Torre Melissa

25 aprile: Corrireggio, premio virtù civiche a Torre Melissa

di Anna Franchino
513 visualizzazioni


Saranno, come, sempre le giovani pattinatrici e pattinatori della società sportiva “Calabria” ad aprire domani la 37ma edizione della Corrireggio, atteso evento della primavera reggina. Lo faranno, è scritto in una nota, “esponendo come sempre uno striscione che focalizzerà un tema particolare, in sintonia con la manifestazione. Lo scorso anno fu messo in vista il problema dell’aeroporto dello Stretto, con la scritta ‘solo uniti si vola’. Sul “focus” che sarà fatto quest’anno nessuna indiscrezione, solo l’anticipazione che si tratterà di un tema di importanza mondiale”. La coreografia prima della gara ruoterà sul tema guida della edizione 2019, riassunto nel motto “vistAmare” e sul problema dell’inquinamento da plastica del mare e degli effetti negativi che questo fenomeno produce anche in termini di perdita di biodiversità. Sempre prima della partenza saranno assegnati i “Premi Corrireggio”. A ritirare quello alle Virtù Civiche assegnato alla cittadinanza di Torre Melissa, che è balzata alla vetrina nazionale i per il corale soccorso dei migranti curdi a mare, ci sarà il sindaco del paese del crotonese Gino Murgi. A lui sarà affidato anche il fascio di fiori che tradizionalmente a nome del “popolo della Corrireggio” sarà portato alla “stele del Partigiano” situata all’interno della Villa Comunale. Il Premio “Corrireggio Sport” sarà assegnato a Cosimo Mascianà che da anni è impegnato a divulgare la cultura dello sport e l’amore per la canoa, e al CKC Kayak Club Reggio Calabria che nel mese di ottobre 2018 ha festeggiato 25 anni di attività. Il Premio “Corrireggio 25 Aprile” andrà alla cooperativa sociale Mani e Terra che nella Piana di Gioia Tauro pratica l’ utopia concreta di integrazione tra lavoratori autoctoni e migranti, nel rispetto della legalità e dei diritti. Il Premio “Corrireggio Memorial Pippo Ponzio” andrà al Cine Foto Club “Vanni Andreoni” in occasione dei suoi 50 anni e una intensa attività che ne hanno fatto una delle realtà d’eccellenza della Città. A Nino Turco, 71 anni, già Azzurrino d’Italia e Palma al merito atletico 1968, con alle spalle una carriera di mezzofondista e che esercita tuttora con costanza a livello amatoriale la pratica sportiva verrà assegnato il Premio Speciale “U.N.V.S. Veterani dello Sport”. La gara competitiva prevede tre giri dell’abituale percorso per un totale di 12 chilometri e mezzo mentre la gara non competitiva si limiterà a un giro per meno di cinque chilometri.

Potrebbe piacerti anche