Home POLITICA Aeroporti, Barbuto: “accertare responsabilità vicenda Sacal”

Aeroporti, Barbuto: “accertare responsabilità vicenda Sacal”

di Anna Franchino
30 visualizzazioni

Elisabetta Barbuto, deputata del M5s e componente della Commissione Trasporti, ha reso noto di avere presentato, condividendola con la deputazione M5S, una interrogazione sulla vicenda Sacal. “Con l’atto di sindacato ispettivo – afferma la parlamentare – si chiede al Ministro dei Trasporti e della Mobilità sostenibile, ma anche al Ministero dell’economia e delle Finanze nonché al Ministero del Sud, quali iniziative di loro competenza intendano adottare in merito alle gravi irregolarità denunciate pubblicamente da Enac sulle modalità con cui è stata condotta l’operazione di aumento di capitale che ha determinato la prevalenza della partecipazione privata su quella pubblica con le paventate prospettive di commissariamento o revoca della concessione, e soprattutto quali iniziative intendano adottare per garantire la continuità dell’attività volativa al fine di non penalizzare la nostra Regione afflitta da problemi di trasporto soprattutto nella zona jonica”. “Vorrei ribadire – sostiene Barbuto – la mia assoluta e totale convinzione in merito al fatto che alcuni servizi essenziali debbano necessariamente restare nell’alveo del pubblico perché ritengo che solo la gestione da parte dello Stato possa garantire a tutti i cittadini parità di condizioni nell’accesso ai medesimi servizi anche grazie alla funzione sociale che lo caratterizza e cui si ispira l’art. 3 della nostra Carta Costituzionale. Nulla contro l’iniziativa imprenditoriale privata purché sia complementare e non integralmente sostitutiva dell’azione di uno Stato che sembra abdicare al proprio ruolo con la conseguenza di un grave vulnus per tutti i cittadini”. “Nel caso di specie – prosegue – auspico che venga fatta piena luce su quanto denunciato dall’Enac e che vengano accertate tutte le responsabilità di chi ha consentito una operazione del genere, condotta a quanto sembra, senza l’espletamento di tutte le operazioni di trasparenza necessarie. Responsabilità giuridiche, ma soprattutto responsabilità politiche degli enti locali e dei loro rappresentanti pro tempore che hanno lasciato nelle mani del privato una società a controllo pubblico”.

Potrebbe piacerti anche