Home Eventi Airc, cioccolatini della ricerca nelle piazze il 6 novembre

Airc, cioccolatini della ricerca nelle piazze il 6 novembre

di Anna Franchino
30 visualizzazioni

Sabato 6 novembre i volontari dell’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (AIRC) tornano in 1.200 piazze, compatibilmente con le indicazioni delle autorità sanitarie, per distribuire i Cioccolatini della Ricerca a fronte di una donazione di 10 euro. Insieme viene offerta una Guida con informazioni sui traguardi raggiunti per la cura del tumore del colon e dei linfomi, oltre ad alcune ricette per realizzare piatti sani e gustosi. Dal primo novembre, inoltre, I Cioccolatini della Ricerca sono disponibili anche in 1.400 filiali Banco BPM, partner istituzionale di AIRC, e online su Amazon.it. Scegliendo una o più confezioni di cioccolatini AIRC, sottolinea l’associazione, “faremo un gesto che fa bene due volte: perché il cioccolato fondente, se assunto in modica quantità, può portare benefici per la nostra salute in quanto contiene i flavonoidi, con proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, e perché con questo gesto daremo il nostro contributo concreto ai progressi della ricerca targata AIRC”. Tutte le informazioni sulla distribuzione saranno disponibili su airc.it o chiamando il numero speciale 840.001.001. Dal 31 ottobre al 19 novembre tornano inoltre I Giorni della Ricerca di Fondazione AIRC per sensibilizzare il pubblico sull’emergenza cancro e presentare le nuove sfide dei ricercatori. I Giorni della Ricerca offrono numerose opportunità per informarsi e donare: dalla campagna RAI per AIRC, agli incontri con gli studenti in decine di scuole, fino a Un Gol per la Ricerca, iniziativa che vede le squadre della Serie A, i campioni della Nazionale e i media sportivi schierarsi al fianco dei ricercatori. Scienziati e medici non possono infatti permettersi battute d’arresto: in Italia lo scorso anno sono stati diagnosticati circa 377.000 nuovi casi di tumore, più di 1000 al giorno. Per questo AIRC sostiene con continuità il lavoro di oltre 5.000 ricercatori con un investimento, nel solo 2021, di 125 milioni di euro. Anche grazie a questo straordinario impegno, frutto delle donazioni dei sostenitori, il nostro Paese si mantiene al vertice in Europa per numero di guarigioni: in Italia 3,6 milioni di cittadini oggi hanno superato una diagnosi di cancro, con un incremento del 37% rispetto a 10 anni fa.

Potrebbe piacerti anche