Home breaking-news Al Ciaccio fino a 2.000 tamponi al giorno e si studia la risposta immunitaria

Al Ciaccio fino a 2.000 tamponi al giorno e si studia la risposta immunitaria

da Gianluca Pasqua
57 visite

Siamo entrati nel laboratorio di microbiologia e virologia dell’ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro dove è stato individuato il primo caso di contagio di variante omicron in Calabria. Ogni giorno si analizzano fino a 2.000 tamponi molecolari, capaci di scovare il virus anche in caso di presenza minima nell’organismo. Lo staff del direttore Minchella adesso si sta concentrando sullo studio della risposta immunitaria.

E’ stato il centro di riferimento per l’area centrale della Calabria, ma ancora oggi supporta le altre province nei momenti di grande pressione, nel laboratorio di microbiologia e virologia dell’azienda ospedaliera di Catanzaro vengono analizzati test effettuati su pazienti che si sottopongono a visite o ricovero nelle strutture ospedaliere, ma soprattutto su soggetti esterni. In questi giorni si osserva un calo del numero di tamponi molecolari da esaminare perché molti si affidano all’antigenico, qual è la differenza? ” I tamponi antigenici sono più indicati in caso di soggetti sintomatici, mentre quelli molecolari riescono a “scovare” il virus anche in caso di bassa presenza nell’organismo”.

Nel laboratorio del Pugliese Ciaccio diretto da Pasquale Minchella è stata individuata per la prima volta in Calabria la variane Omicron su un campione proveniente da Reggio Calabria, la mutazione adesso è dominante anche nella nostra regione.

La diffusione del virus si combatte soprattutto con il contact tracing attività che diventa sempre più complessa con i numeri elevati che caratterizzano la quarta ondata in corso, ma la ricerca va avanti e anche a Catanzaro si tenta di saperne di più sulla risposta immunitaria: ” Ci stiamo attrezzando per arrivare ad analizzare anche 3.000 tamponi e stiamo per mettere a punto un sistema che permette di  misurare le cellule T oltre agli anticorpi per studiare la memoria immunitaria a breve attiveremo anche questo esame”

 

Potrebbe piacerti anche