Home SPORT Calcio Crotone, Stroppa: “buona idea gioco ma servono punti”

Calcio Crotone, Stroppa: “buona idea gioco ma servono punti”

di Anna Franchino
8 visualizzazioni

“Abbiamo una buona idea di calcio, ma non basta: dobbiamo fare punti”. Così Giovanni Stroppa presenta la sfida di sabato pomeriggio che il suo Crotone lancerà alla Lazio. Una sfida che arriva dopo la pausa di campionato che, però, è servita poco al Crotone: “Non si è potuto lavorare benissimo – dice Stroppa – sia per le assenze dei calciatori chiamati in nazionale che per quelle causate da vari acciacchi. Il primo vero allenamento con la squadra al completo è stato oggi perché i nazionali sono arrivati ieri sera e gli altri si sono riaggregati”. Stroppa è obbligato a cambiare in difesa dove sono incerte le condizioni di Reca, infortunatosi con la Polonia nella gara contro l’Italia. Anche Benali non è in ottime condizioni. Inoltre c’è da trovare il sostituto a Luperto, che è squalificato: “Le condizioni di Reca – dice il tecnico – sono da valutare prima. E’ arrivato ieri sera e non abbiamo potuto verificarle. Stesso discorso vale per Benali che ha fatto solo un allenamento. Domani decideremo. Per la difesa Djidji sta crescendo, ma è in ritardo rispetto agli altri, penso a Golemic o Cuomo da inserire al posto di Luperto”. Contro la Lazio, mister Stroppa ritrova Simone Inzaghi, suo vecchio compagno di squadra nel Piacenza, che deve gestire varie assenze causate dal covid: “Affrontiamo – ha detto Stroppa – una delle squadre più complete del campionato. Anche con le defezioni, la Lazio ha idee e una precisa identità grazie al lavoro di Inzaghi. Sa giocare in palleggio, campo aperto, in verticale. Simone è un mio amico, sta facendo cose straordinarie”. Nell’affrontare la Lazio il tecnico del Crotone punta a migliorare quanto fatto vedere contro il Torino: “Prima della sosta – dice Stroppa – la squadra ha confermato che siamo sulla strada giusta. Dobbiamo dare seguito a quella prova. Stiamo lavorando per migliorare in fase realizzativa. Dobbiamo pensare che la gara di domani, anche se il campionato è lungo, possa essere determinante. Dobbiamo lavorare per fare punti. Per vincere. Abbiamo un calendario durissimo, ma abbiamo dimostrato che con le grandi possiamo fare cose importanti”.

Potrebbe piacerti anche