Home POLITICA Cis Cosenza Centro-Storico, Orrico (M5S): “ritardo nella nomina del ruc, presentata interrogazione parlamentare”

Cis Cosenza Centro-Storico, Orrico (M5S): “ritardo nella nomina del ruc, presentata interrogazione parlamentare”

di Anna Franchino
38 visualizzazioni

“Il Contratto istituzionale di sviluppo riguardante il centro storico di Cosenza è stato firmato, approvando la lista degli interventi, nel settembre del 2020. A distanza di oltre un anno non si ha ancora notizia della nomina del Responsabile unico del contratto, ovvero di una figura centrale nelle dinamiche della progettualità, deputata a monitorare e supportare le amministrazioni locali nella realizzazione dei progetti finanziati con i 90 milioni”. Lo afferma in una nota la deputata del Movimento 5 Stelle Anna Laura Orrico, già sottosegretario ai Beni culturali durante il Conte bis. “Per questa ragione – dice Orrico- ho depositato una interrogazione parlamentare in modo da capire le ragioni del ritardo, riguardante, fra l’altro, anche la nomina dei Ruc relativi ai Cis inerenti i centri storici di Napoli e Palermo. Auspico, infatti, che chi al momento gestisce la delega ai Cis al Ministero della cultura acceleri su queste nomine senza le quali i progetti non possono andare avanti. Soprattutto a Cosenza – prosegue la nota – dove sta per insediarsi una nuova amministrazione, quella guidata da Franz Caruso, che sono certa darà, finalmente, un imprinting ed una un’accelerata importante all’impiego delle risorse previste per il centro storico di Cosenza dall’allora ministro Dario Franceschini. Inoltre – conclude Anna Laura Orrico – proprio la scorsa settimana ho incontrato il nuovo Prefetto di Cosenza, Vittoria Ciaramella, che ringrazio per la disponibilità, non solo per farle gli auguri di buon lavoro ma anche per raccontarle l’attività svolta per finalizzare il Cis e non perdere così le occasioni che con esso si prospettano, nonché per esporre l’architettura del progetto che si pone, fra gli altri, l’obiettivo di rendere il centro storico un punto di riferimento per tutto il sud Italia nella formazione delle professionalità legate al mondo della cultura”.

Potrebbe piacerti anche