Home ATTUALITA' Coronavirus, 118 Cosenza: “adottati protocolli specifici”

Coronavirus, 118 Cosenza: “adottati protocolli specifici”

di Anna Franchino
258 visualizzazioni

“Questa emergenza ha messo a dura prova tutti, in particolar modo gli operatori del 118, da sempre in prima linea. La Centrale Operativa di Cosenza ha adottato protocolli specifici SARS-COV2 implementati e adattati nel tempo alle indicazioni ministeriali e regionali”. È quanto riferisce in una nota il direttore Uco del 118 di Cosenza Riccardo Borselli che chiarisce le disposizioni di sicurezza scrupolosamente seguite da tutti gli operatori in questo periodo di emergenza sanitaria. “Dall’inizio dell’emergenza COVID-19 – prosegue – sul sito istituzionale del 118 di Cosenza, è stato pubblicato un video informativo/formativo sulle procedure corrette di vestizione/svestizione dei D.P.I., vista la necessità di formare velocemente tutti gli operatori, stante l’impossibilità e i divieti di altri sistemi didattici quali le lezioni frontali e/o trainig pratico. Per quanto riguarda i dispositivi di protezione individuali, l’approvvigionamento non è stato mai effettuato dalla C.O 118 di Cosenza, ma i D.P.I sono stati forniti dalla Protezione civile e dalla U.O.C. Acquisizione Beni e Servizi dell’ASP, che ha operato con professionalità, dedizione e impegno tra mille difficoltà, valutando ogni possibile opzione atta a fornire DPI che offrono un livello di protezione dei lavoratori anche superiore a quello ritenuto adeguato dagli organismi tecnico-scientifici, in un mercato in cui la richiesta era sproporzionata rispetto alla disponibilità. Nessun operatore ha mai avuto indicazioni di operare senza D.P.I. adeguati in caso di assistenza/trasporto di un caso sospetto/confermato di CODIV-19”. “Nella Centrale Operativa 118 provinciale – afferma Borselli – sono stati realizzati lavori di ristrutturazione, ampliamento e potenziamento della struttura. Inoltre, sono state assicurate le necessarie operazioni di sanificazione sia dei mezzi che dei luoghi di lavoro, senza compromettere la necessaria ed indispensabile funzionalità delle strutture. E’ stato previsto, in via prioritaria, che tutto il personale 118 venga sottoposto ai test di laboratorio per evidenziare l’eventuale positività al SARS-CoV-2, tale test avrà cadenza periodica”.

Potrebbe piacerti anche