Home ATTUALITA' Coronavirus, Coldiretti Calabria: “Regione attivi subito misure”

Coronavirus, Coldiretti Calabria: “Regione attivi subito misure”

di Anna Franchino
170 visualizzazioni

Il presidente di Coldiretti Calabria, Franco Aceto

“Dalla Regione servono misure di sostegno per le imprese e per l’economia” colpite duramente a seguito dell’emergenza coronavirus. Lo chiede in una nota il presidente di Coldiretti Calabria, Franco Aceto che si rivolge a “maggioranza e opposizione”. “Oggi – afferma – in un contesto ben più grave, vi è l’esigenza di attivare percorsi che consentano di ristrutturare il debito e/o di rinegoziare i mutui, finalizzati alla generazione di rate di rimborso del debito più basse. Questa operazione, che può essere condotta con il possibile coinvolgimento di Ismea, permetterebbe di ottenere una serie di vantaggi in termini di stabilità finanziaria dell’ azienda, dovuta alla riduzione della rata di rimborso, all’ allungamento dei tempi di ammortamento del debito”. “Strategicamente – rileva il presidente di Coldiretti Calabria – potrebbe essere l’azione più efficace per il rilancio del settore. Un’altra azione da attivare immediatamente è l’erogazione dei saldi degli aiuti sull’annualità 2019 e delle annualità pregresse al fine di garantire una iniezione di liquidità alle imprese agricole. Una cosa è certa – conclude Aceto – occorre fare presto, molto presto, per non compromettere il futuro. A rischio c’è l’intera filiera agroalimentare, dai campi agli scaffali, fino alla ristorazione. Dal vino all’ortofrutta, dalla carne al lattiero caseario, dalla floricultura fino al comparto agrituristico: l’agricoltura e l’agroalimentare Made in Calabria rischiano di subire le conseguenze di questa situazione. Ad aggravare la condizione ci sono poi fake news, disinformazione, attacchi strumentali e concorrenza sleale. Bisogna rispondere a tutto questo con comportamenti virtuosi che diano un segnale tangibile del nostro orgoglio e delle nostre potenzialità: consumiamo made in Calabria e non lasciamo che le attività sul nostro territorio subiscano ulteriori danni”.

Potrebbe piacerti anche