Home ATTUALITA' Coronavirus, il figlio chiarisce la vicenda del paziente ricoverato a Catanzaro

Coronavirus, il figlio chiarisce la vicenda del paziente ricoverato a Catanzaro

di Isabella Roccamo
2359 visualizzazioni

Dopo la denuncia dell’avvocato Antonio Talerico, legale di fiducia, insieme all’avvocato Rita Ciciarello, dei due coniugi di Catanzaro positivi al Coronavirus, il figlio della coppia chiarisce la vicenda. L’avvocato aveva denunciato la carente assistenza per i due pazienti, l’uomo ricoverato al Pugliese Ciaccio , mentre la donna in quarantena a casa. Adesso anche la moglie è in ospedale insieme al marito. E’ il figlio, in una lettera, a renderlo noto. “Oggi -scrive – è la fine di un incubo. Grazie alla sensibilità, allo spirito collaborativo e fattivo, alla competenza nel fronteggiare l’emergenza, dimostrata dal dirigente generale del dipartimento tutela della Salute della Regione Calabria, dott. Belcastro, unitamente all’impegno ed alla professionalità del primario del reparto malattie infettive, dott. Cosco e della sua equipe, mio padre oggi riceve tutte le cure ed attenzioni dovute. Il nostro iniziale sfogo, comprensibile, e’ stato ascoltato ed accolto – aggiunge – e le nostre richieste di assistenza e tutela del malato sono state soddisfatte. Il dott. Belacastro e il dott. Cosco hanno anche concordato, con grande spirito di umanità, di trasformare l’isolamento domiciliare e la sorveglianza sanitaria di mia madre, risultata affetta al Coronavirus, in ricovero temporaneo, presso l’ospedale, per monitorarne clinicamente le condizioni per qualche giorno, dopo aver considerato la fascia di eta’ della stessa, le sue condizioni e la patologia del marito, applicando cosi’ le raccomandazioni date dagli esperti a livello nazionale, di intervenire per evitare lo stato di depressione dei malati, lasciati soli, che contribuisce a creare ulteriore immunodepressione e ad aggravare la malattia. Anche se vivo a Londra ho la possibilità di ricevere telefonicamente dal dott. Belcastro, infinitamente paziente e comprensivo anche per le mie chiamate notturne, e dal dott. Cosco, tutte le informazioni necessarie sulle condizioni di salute dei miei genitori, monitorati continuamente. Confido nella sanità calabrese e nella umana disponibilità dei seri dirigenti e sanitari professionisti cui è stato affidato il compito di fronteggiare, in Calabria ed a Catanzaro, una situazione di emergenza sanitaria non facile.Perciò -conclude- esprimo loro, unitamente alla mia famiglia, la massima gratitudine e lode pubblica”.

Potrebbe piacerti anche