Home breaking-news Coronavirus, il Piano della Regione Calabria

Coronavirus, il Piano della Regione Calabria

di Rosalba Baldino
257 visualizzazioni


Cinquanta nuovi posti letto da attivare in tempi stretti nelle terapie intensive della Calabria e altri 140 posti letto da rendere operativi immediatamente nelle divisioni di malattie infettive e pneumologia della Regione. E’ quanto previsto dal Piano operativo per l’emergenza coronavirus predisposto dalla Regione Calabria. Programma che sarà illustrato lunedì pomeriggio alle aziende sanitarie e ospedaliere.
Disposto in una seconda fase- secondo quanto si legge nel documento- l’allestimento di un apposito ospedale di cui sarà dotata ogni provincia della Regione Strutture definite Covid, individuate tra quelle attualmente dismesse, E’ qui che saranno accolti e trattati gli eventuali pazienti positivi al coronavirus.
Ai medici e al personale dei dipartimenti saranno date indicazioni precise. Disposizioni messe a punto dalla task force, istituita presso la Regione Calabria, riguarderanno – fanno sapere dalla Cittadella Regionale- anche i Pronto Soccorso Ospedalieri, ai quali viene chiesto di valutare la limitazione degli accessi, evitando affollamenti.
Attenzione anche sui 4 laboratori di microbiologia degli ospedali hub di Catanzaro, Cosenza, Reggio Calabria e Mater domini , i nosocomi dove già vengono effettuati i tamponi, proseguiranno le attività.
Alle Asp sarà chiesta l’istituzione di unità di crisi con la partecipazione dei sindaci e delle forze dell’ordine. Dal documento emerge infine anche l’idea di rimodulare le attività ospedaliere e ambulatoriali sia nelle strutture pubbliche che private. Provvedimento a cui si aggiunge- conclude la governatrice Iole Santelli la richiesta al Ministro Roberto Speranza di rafforzare le piante organiche nelle corsie con l’assunzione di medici e infermieri.
Obiettivo- fa sapere la Presidente della Regione – è non arrivare impreparati qualora dovesse verificarsi una situazione più grave.

Potrebbe piacerti anche