Home Eventi Coronavirus: Playmobil sostiene la Croce Rossa italiana

Coronavirus: Playmobil sostiene la Croce Rossa italiana

di Anna Franchino
186 visualizzazioni

Pensando agli ‘eroi di tutti i giorni’ – operatori sanitari, cassiere dei supermercati, autisti – Playmobil ha realizzato una serie speciale di personaggi, protagonisti di una campagna di beneficenza che prende il via oggi. I primi tre eroi sono un medico, un’infermiera e una cassiera, le spese di spedizione sono gratuite, e tutti i proventi delle vendite andranno alla Croce Rossa Italiana. Online su www.playmobil.it è possibile acquistarli al costo di 3,99 euro ciascuno. “L’iniziativa è il nostro modo per dire grazie a tutte queste persone, un riconoscimento per il loro fondamentale contributo – spiegano da Playmobil Italia – anche attraverso il gioco, possiamo dare un aiuto concreto a chi ogni giorno lotta per affrontare questa situazione di emergenza supportando la Croce Rossa Italiana”. Il segretario generale della Cri Flavio Ronzi ha commentato: “Con l’emergenza sanitaria stanno venendo alla luce nuovi eroi, lavoratori, che con grande senso civico e sacrificio, non si tirano indietro e sono in prima linea nel garantire cura e beni essenziali alle persone mettendo a rischio la propria salute. Ringrazio Playmobil per il contributo a Croce Rossa derivato dalla vendita della nuova serie di personaggi e soprattutto per aver messo al centro, in questo momento delicato, chi lavora ogni giorno per mandare avanti il Paese”. La Croce Rossa Italiana, parte del Sistema di Protezione Civile, sta intervenendo con i suoi mezzi e il suo personale gestendo in sicurezza i trasporti sanitari dei casi potenzialmente sospetti con mezzi ad alto biocontenimento. Con il numero verde 800 – 065510 attivo 24 ore al giorno fornisce supporto psicologico e informazioni corrette a migliaia di cittadini. Oltre che servizi per le persone più vulnerabili e con maggior fragilità sociali e sanitarie, tra cui la spesa a domicilio, il trasporto sociale, la consegna dei farmaci e dei beni di prima necessità.

Potrebbe piacerti anche