Home SPORT Cosenza tra presente e futuro

Cosenza tra presente e futuro

di Anna Franchino
455 visualizzazioni


L’ultima conferenza stampa pre partita stagionale, avrebbe dovuto tenerla il Direttore Trinchera, ci tiene a sottolinearlo mister Braglia, che prima della sfida con la Salernitana parla anche di tourn over ma dice non faremo figure barbine: “avrebbe dovuto esserci il direttore al posto mio, ha avuto una leggera indisposizione, per cui interverrò io. Ci saranno dei cambi nella formazione titolare, cercheremo comunque di fare bene. Nel calcio però contano le motivazioni, per questo sceglierò i ragazzi che hanno più stimoli. Faremo in ogni caso una bella gara, nel rispetto dei tifosi e degli avversari. Il nostro intento è dare filo da torcere alla Salernitana”. Domani gli ultimi 90 minuti per i rossoblù che poi potranno iniziare a pensare al proprio futuro, e chissà magari partendo proprio dalla riconferma del tecnico: “sulla mia eventuale riconferma non mi esprimo, al momento opportuno saranno il ds e il presidente a dare comunicazioni”. Da i voti Braglia a gruppo e staff che nonostante le difficoltà iniziali hanno centrato un obiettivo che ha il sapore di una nuova promozione: “ai miei ragazzi (dal primo all’ultimo) io dò 10 per il campionato disputato, per l’impegno e l’abnegazione che ci hanno messo. Anche al mio staff assegno il massimo dei voti, lo merita per la dedizione e il sacrificio. Giudizio esteso a Kevin Marulla, ai sanitari e a tutti i membri dell’organigramma tecnico. Ci sono squadre in questo torneo che hanno nomi e rose importanti, alla fine però è il campo a parlare. Quando non c’è unione di intenti nell’ambiente i risultati non arrivano. Trovato giocherà dall’inizio, perchè merita di giocare. Ne ha passate di tutti i colori ed è giusto che ora abbia il suo spazio, tra l’altro è un giovane molto molto interessante. Se siamo arrivati dove siamo arrivati il merito è davvero di tutti. Io non ho mai visto uno che si dà voti, non sarò io ad iniziare. Diciamo che io tendo a portare in fondo il programma che mi viene assegnato, sono comunque felice della mia esperienza. A me non piace intervenire su temi che non mi competono, riguardo alla questione Palermo dico che a prescindere io non avrei mai richiesto l’esclusione di un club. Nessuno ha mai detto che andrò via da Cosenza, presto saprete tutto. Colgo l’occasione per ringraziare voi addetti ai lavori, per averci sostenuto”.

Potrebbe piacerti anche