Home ATTUALITA' Covid 19, quasi pronto il laboratorio di analisi tamponi a Rossano

Covid 19, quasi pronto il laboratorio di analisi tamponi a Rossano

di Gianluca Pasqua
139 visualizzazioni

A Rossano a breve sarà allestito un laboratorio in grado di processare 300 tamponi al giorno e di avere anche referti più veloci e alleggerire il lavoro del laboratorio di virologia dell’Ospedale dell’Annunziata. Lo ha annunciato il commissario straordinario dell’Asp, Simonetta Cinzia Bettelini durante l’audizione nella Commissione consiliare sanità del Comune di Cosenza. “L’acquisto della macchina – ha detto il commissario dell’ASP – risale al maggio scorso. Poi sono stati necessari i lavori di adeguamento degli spazi ed il potenziamento del personale. La nuova macchina, per la quale è stato affrontato un investimento di 150 mila euro, sarà montata tra il 7 e il 13 novembre”.

All’ordine del giorno della Commissione l’aggiornamento sull’attuale situazione dell’andamento dell’epidemia da Covid 19 in provincia di Cosenza, ma la seduta dell’organismo ha abbracciato i diversi aspetti critici che il rialzo dei contagi sta mettendo in evidenza. Il commissario Bettelini ha riferito che attualmente le Usca possono contare su 15 medici e 6 unita infermieristiche reclutati sulla base di una prima manifestazione d’interesse. “In una seconda manifestazione d’interesse, scaduta ieri – ha detto ancora il commissario dell’ASP – hanno avanzato candidatura 150 medici che, ovviamente, dovranno essere selezionati. Altre 400 domande sono pervenute a seguito di un’altra manifestazione d’interesse bandita inizialmente per il reclutamento di infermieri scolastici a presidio delle scuole. Anche per questo bando si sta procedendo, alla velocità della luce, a stilare una graduatoria”. Infine, il commissario Bettelini ha preannunciato l’avvio a breve, nella sede di Serra Spiga, di una centrale di coordinamento territoriale con un funzionamento simile alla centrale operativa del 118 in grado di registrare tutte le chiamate in arrivo e di riorganizzare i servizi secondo le competenze di ciascun operatore. “Questa nuova centrale operativa – ha spiegato – avrà un’apertura flessibile ipotizzando un funzionamento, sette giorni su sette, di 12 ore al giorno che al momento sono sufficienti a soddisfare l’attuale domanda”

Potrebbe piacerti anche