Home breaking-news Covid19, un altro contagio nella comitiva di Corfù

Covid19, un altro contagio nella comitiva di Corfù

di Gianluca Pasqua
1484 visualizzazioni

Adesso sono due i ragazzi positivi tra il gruppo di otto di rientro da Corfù. Oltre al giovane di Castrolibero che presentando qualche sintomo compatibile con il Coronavirus è stato sottoposto a tampone nella giornata di ieri risultando contagiato, si è aggiunto un altro caso, di un ragazzo residente a Cosenza e facente parte della stessa comitiva. Altri sei tamponi sono ancora sotto esame nel laboratorio di virologia dell’ospedale di Cosenza e l’esito è atteso per le prossime ore.

Ironia della sorte proprio la Grecia, rimasta quasi immune durante il picco dell’epidemia in Italia e in altri Stati europei, è diventata uno dei Paesi dove il contagio si sta espandendo a ritmo elevato. Anche in altre regioni si contano decine di contagi di giovani provenienti dalla Grecia e in particolare da Corfù dove nei giorni scorsi ben 150 ragazzi italiani hanno soggiornato per poi far rientro nelle proprie città.

Continua dunque il regime di isolamento obbligatorio disposto dall’asp di Cosenza per i soggetti interessati e i loro congiunti, mentre come previsto l’indagine epidemiologica si allarga per ricostruire la catena di contatti del nuovo positivo rientrato sabato dalla vacanza.

Si rinnovano gli appelli all’uso delle precauzioni – lo ha fatto ieri il sindaco di Castrolibero Greco nel dare la notizia della positività del giovane cittadino. L’uso della mascherina, diventata nella maggior parte dei casi un optional anche al chiuso, e il lavaggio delle mani restano le abitudini da mantenere per limitare il rischio di contagio di un virus evidentemente ancora presente e potenzialmente pericoloso.

Un caso simile è avvenuto anche a Reggio Calabria, ma stavolta la fonte del contagio sarebbe stata un incontro tra alcuni ragazzi e un amico proveniente dalla Lombardia. Sei nuove positività scaturite dalla mancanza di cautele.

Potrebbe piacerti anche