Home breaking-news Decreto Sanità, bagarre in Aula alla Camera su nomine

Decreto Sanità, bagarre in Aula alla Camera su nomine

di Isabella Roccamo
221 visualizzazioni

Bagarre in Aula alla Camera, impegnata nell’esame del decreto sulla sanità in Calabria, sulla nomina  di Gianluigi Scaffidi a commissario dell’Asp di Vibo.  Le opposizioni accusano di conflitto di interessi la relatrice del provvedimento Dalila Nesci, del Movimento 5 Stelle, visto che Scaffidi è un suo collaboratore. Nesci  si è giustificata dicendo che si tratta di un collaboratore non stipendiato. Ma le opposizioni hanno chiesto la sospensione della seduta e la presenza  del ministro Giulia Grillo . Il ministro, arrivata in aula, ai parlamentari delle opposizioni che gridavano “onestà, onestà, ha replicato: “Non mi fate nessuna paura. State facendo la critica alle intenzioni. Sono nomine che non sono state nemmeno effettuate”. “Il decreto- ha detto ancora il ministro Grillo – prevede che per le nomine dei commissari delle Aziende sanitarie calabresi, occorre una intesa tra il Commissario alla Sanità e il Presidente”. “Il Presidente è del Pd-  ha aggiunto- se non condivide, se non vuole mediare, se non gli piace quel nome, ha la possibilità di raggiungere l’intesa con i commissari. Se l’intesa non viene raggiunta c’è una seconda fase in cui interviene il ministero”.

Potrebbe piacerti anche