Home ATTUALITA' Giornata nazionale delle dimore storiche in Calabria

Giornata nazionale delle dimore storiche in Calabria

di Rosalba Baldino
32 visualizzazioni

Torna anche in Calabria, domenica 23 maggio, la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane: castelli, rocche, palazzi gentilizi, ville, parchi e giardini calabresi apriranno le loro porte per accogliere tutti coloro che vorranno conoscere questi luoghi unici per storia e patrimonio artistico-culturale. L’iniziativa vedrà il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, del Ministero della Cultura e di Confartigianato ed è attuata in collaborazione con la Federazione italiana amici dei musei (Fidam), l’Associazione nazionale case della memoria e Federmatrimoni ed eventi privati (Federmep). L’evento è realizzato con il contributo di American Express.
Le dimore calabresi coinvolte nell’iniziativa sono Villa Cefaly Pandolphi di Acconia di Curinga (Catanzaro), il Palazzo delle Clarisse e il Palazzo Carratelli di Amantea, il Museo Amarelli di Corigliano Rossano (Cosenza), Villa Zerbi a Taurianova (Reggio) e Palazzo Murmura (Vibo Valentia).
“Mai come quest’anno, dopo i lunghi mesi di restrizioni – fanno sapere dall’Adsi – la Giornata nazionale rappresenta un’importante occasione per riscoprire le bellezze del nostro Paese facendo visita a quei complessi monumentali che insieme costituiscono il più grande museo diffuso d’Italia. La loro riscoperta è determinante per far luce su un patrimonio troppo spesso ignorato, che non solo rappresenta la migliore storia e tradizione italiana, ma che, prima della pandemia, riusciva ad accogliere 45 milioni di visitatori l’anno”.
Anche quest’anno, per garantire il massimo rispetto delle misure di sicurezza previste dall’attuale contesto e consentire, allo stesso tempo, a tutti i visitatori di fruire di questi luoghi incantevoli, sarà necessario prenotare la propria visita e recarsi alla destinazione prescelta provvisti di mascherina e rispettando tutte le misure sanitarie in vigore.

Potrebbe piacerti anche