Home SPORT Il calabrese Danny Molinaro è Campione Italiano Sport Prototipi

Il calabrese Danny Molinaro è Campione Italiano Sport Prototipi

di Anna Franchino
35 visualizzazioni

 E alla fine per il portacolori della Dm Competizioni è arrivato il titolo, anzi due. Se da un lato il bis del Tricolore riservato ai piloti più giovani sembravo scontata, la corsa all’alloro più prezioso è rimasta in discussione  fino al traguardo dell’ultima gara. Danny Molinaro ha vinto i suoi titoli con grande merito dopo sei round, dodici gare,  veramente intensi, l’ultimo dei quali assolutamente imprevedibile, vissuto con grande determinazione, gestito con tutta la maturità acquisita in questi due anni, ma dove nell’adrenalinico rush finale anche la dea bendata ha fatto la sua parte. Tanti fattori hanno contribuito a fare del weekend uno show dall’alto livello agonistico imperniato sulla  sfida a tre annunciata fa Molinaro, Matteo Pollini e Davide Uboldi. Sin dalle libere e dalle qualifiche si capiva che la lotta sarebbe stata a muso duro e per ovvi motivi di classifica a suo vantaggio il giovane driver calabrese doveva cercare di rimanerne fuori. Il verdetto di gara 1 ha sancito l’eliminazione dal confronto di Uboldi e la matematica del titolo under 25 per Molinaro, ma nulla di definitivo per l’assoluto. Gara 2 passerà alla storia dei Campionati Italiani per le grandi emozioni che ha riservato, mentre fuori dalla pista si facevano i calcoli e dentro si facevano i sorpassi, due dei quali determinati quello di Uboldi su Pollini e quello che ha messo fuori gara Molinaro. A quel punto per il pilota di Luzzi sembrava finita ma un “punticino” gli ha dato ragione e così ha potuto ugualmente festeggiare. Molinaro ha poi dichiarato: “Certamente e stato un weekend complicato, nel quale mi sono concentrato sull’evitare rischi inutili, anche se l’imprevisto c’è stato. Una gara dai risvolti imprevedibili perché mentre ero in rimonta per un contatto sono finito fuori. Pensavo che tutto fosse vanificato, ma è arrivata la bella notizia ormai quasi inattesa. Il titolo ripaga di tanti sforzi di tutti coloro che hanno contribuito sia in pista sia fuori, permettendomi di superare anche i momenti più difficili, seguiti alla gara del Mugello. Abbiamo vinto è questo è l’importante.

Potrebbe piacerti anche