Home Eventi Piazze di Primavera-Arci Cosenza

Piazze di Primavera-Arci Cosenza

di Anna Franchino
143 visualizzazioni

“E’ finalmente arrivata la primavera portandosi dietro nuove energie, nuovi progetti e nuovi inizi. Tra le primizie ci siamo anche noi del neodirettivo provinciale Arci Cosenza, ragazze e ragazzi da anni impegnati sul territorio, nel terzo settore, come volontarie e volontari, attiviste ed attivisti. Il momento storico che stiamo vivendo non è dei migliori, inutile far finta di nulla. Ma per noi questa congiuntura negativa non è una sconfitta ma una sfida che accogliamo e che vogliamo vincere assieme alla nostra comunità locale e alla società allargata. La nostra missione più importante come associazione, animare i territori, è stata fortemente limitata nelle ultime settimane a causa del virus, e il nostro invito a tenere nella giusta considerazione obblighi e doveri da cittadine e cittadini rimane forte e chiaro. Tuttavia come anticipato non ci arrendiamo. Abbiamo pensato quindi di usare questo momento di pausa obbligatoria, per immaginare e sperimentare azioni nuove all’incrocio tra tecnologia e cultura. Nasce così Piazze di Primavera. In tempi di isolamento obbligatorio e rapporti sociali azzerati abbiamo pensato di riabilitare la piazza virtuale per eccellenza: Facebook. Da vettore di disinformazione, discriminazione, bullismo e violenza a diffusore di cultura, arte e positività. E’ molto semplice partecipare alla nostra agorà artistica. Basta iscriversi e collegarsi dalle 20.30 in poi, questa sera 21 marzo, al gruppo Facebook Piazze di Primavera-Arci Cosenza. Ci sediamo comodi e ci lasciamo travolgere dalla bellezza e dall’energia dell’arte e della cultura. Ad esibirsi saranno tutte e tutti gli artisti cosentini che hanno risposto alla call: musicisti, cantanti, poeti, scrittori. Tutti mossi dalla stessa intenzione, sentirci vicini, essere comunità. Rimani a casa, seguici stasera e nelle nostre attività. Ripartiamo da qui, dalle piazze virtuali convinte e convinti che prestissimo torneremo ad animare e riempire quelle reali. Non fartelo raccontare, partecipa e condividi”.

Potrebbe piacerti anche