Home il punto Rompicapo elettorale

Rompicapo elettorale

di Anna Franchino
453 visualizzazioni


Quando si voterà in Calabria? Boh! Il presidente della Regione, al quale spetta indicare la data, non si è ancora pronunciato. E’ probabile che anche questo passaggio rientri nel quadro della strategia elaborata da Oliverio per “dettare” tempi e modi per la costruzione di una nuova possibile alleanza, magari anche oltre il Pd. Il partito di Zingaretti che, da un po’ di tempo a questa parte, pare abbia già pianificato un piano alternativo alla ricandidatura del presidente uscente. Nulla, al momento, è pronto, si procede a tentoni e a colpi di dichiarazioni, piu’ o meno, pesanti. Basta rileggere cosa si sono detti Graziano e Oliverio negli ultimi due giorni per capire il clima che si respira all’interno del partito. Il governatore punta a celebrare le primarie nonostante la minaccia del commissario “ chi partecipa è fuori”, perchè è convinto di avere i numeri per “imporre” la sua ricandidatura. E così, mentre a Roma si lavora per una possibile intesa con i Cinquestelle, in Calabria, Oliverio mantiene la barra dritta e si muove nel solco del già visto e sperimentato. Insomma, la partita è tutta aperta e non si escludono sorprese nei prossimi giorni. Nel centrodestra sono ore decisive per la scelta del candidato, Occhiuto è in prima fila, e attende solo che da Roma giunga il via libera definitivo. Questo per quanto riguarda le due coalizioni, ma nell’agone calabrese si muove anche altro e, segnatamente, le proposte di candidature non legate a partiti politici. E’ il caso di Carlo Tansi e di Giuseppe Nucera che ha già messo in campo il suo movimento “ La Calabria che Vogliamo”.

Potrebbe piacerti anche