Home il punto Scenari post amministrative

Scenari post amministrative

di Attilio Sabato
304 visualizzazioni

Evaporati i veleni della competizione elettorale, adesso e’ tempo di pensare al futuro che per chi ha vinto si chiama governo e per chi ha perso, ripartenza. da Rende a Gioia Tauro, passando per Montalto e Corigliano Rossano. Il dato elettorale e’ chiaro e lineare, al netto delle analisi intrise di dietrologia, e restituisce l’istantanea di un elettorale in cerca di nuovi stimoli e nuovi progetti. E’ fin troppo evidente che il dato piu’ interessante, del tutto inatteso alla vigilia, nonostante gli immancabili “ io lo sapevo” assai improbabili, si e’ registrato nella neonata città unica. La terza della Calabria per numero di abitanti. Qui ha vinto Flavio Stasi, giovanissimo esponente politico, già presente nell’agone rossanese, che ha messo insieme i desiderata di cambiamento dei cittadini e una netta, visibile, linea di demarcazione tra la sua proposta politica e le organizzazioni partitiche. Stasi ha puntato sul civismo, anche se qualche esponente politico ha garantito l’appoggio,  ma non vi e’ nulla di certificato, il pieno di voti e’ figlio di un insieme di cose che stanno dentro un nuovo orizzonte possibile. questo risultato peserà, eccome, in ottica regionale, perché ha cambiato la geografia e la leadership. a Corigliano e Rossano, dicono che il Pd abbia perso un’occasione, può darsi. A Rende Principe ha provato a rimettere insieme l’offerta riformista, ma non ha trovato compagni di viaggio animati dalla stessa voglia di proporre un progetto politico vincente. Manna ha incassato il consenso in maniera chiara e netta che, adesso, obbliga il primo cittadino a guardare oltre, se vuole recitare un ruolo di primo piano in un contesto politico che mostra evidenti segni di cambiamento. poco da aggiungere su Montalto, Caracciolo ha blindato la sua rielezione in virtù di un primo turno dai numeri pesanti. Anche qui bisognerà capire bene se il progetto assumerà una connotazione squisitamente partitica oppure no. La vittoria di Alessio a Gioia Tauro e’ una buona notizia perchè restituisce alla città una forte immagine di credibilità e non e’ poco vista la centralità della città della Piana.

Potrebbe piacerti anche