Home breaking-news Serie BKT, la Calabria del calcio è in crisi

Serie BKT, la Calabria del calcio è in crisi

by Gianluca Pasqua
15 views

Notte fonda per Cosenza, Crotone e Reggina… Ancora battute le squadre calabresi di serie B. Ed è una costante ormai da tre turni. Dopo la sconfitta di misura con la Spal e la batosta di Mozna il Cosenza non si sveglia dal torpore che ha caratterizzato queste ultime giornate e perde malamente in casa con la Cremonese… Un solo acuto dei rossoblù con Caso vicinissimo al gol del vantaggio nei primi minuti di gioco, ma impreciso una volta arrivato tutto solo al cospetto di Carnesecchi. Palla fuori e occasione d’oro persa. L’equilibrio si rompe dopo la mezz’ora, Gaetano innesca uno scambio nel breve e serve Strizzolo che appoggia in porta senza particolari patemi. Tutto troppo facile per i grigiorossi che da quel momento controllano l’avversario e attendono l’occasione propizia per raddoppiare. Il 2-0 arriva nella ripresa sugli sviluppi di un calcio di punizione con una staffilata di Valeri che non lascia scampo a Vigorito. Il tecnico Zaffaroni prova a cambiare la gara con le sostituzioni, ma al di là di un tentativo di Millico non si registra una vera e propria reazione dei rossoblù. Finisce tra i fischi del pubblico del Marulla .

Confronto con i tifosi a fine gara anche per il Crotone, non è bastato il cambio tecnico per risollevare i rossoblù sempre più distanti dalla zona salvezza. La Spal segna dopo due minuti con Melchiorri che indovina il tiro a giro eludendo la marcatura di Canestrelli. Mulattieri e Maric non riescono a riportare la gara in parità nonostante le buone occasioni capitate sotto porta. Nella ripresa il raddoppio firmato da Mancosu che salta più in alto di tutti sul corner e sigla il 2-0. La reazione del Crotone porta alla rete di Kargbo che riaccende le speranze, troppo tardi però per evitare che la Spal conquisti altri tre punti in Calabria dopo quelli strappati al Marulla sette giorni fa…

Cade ancora la Reggina, anche a Lecce contro l’ex Baroni gli amaranto steccano. Avvio equilibrato e un’occasione per parte poi il Lecce prende il largo e passa in vantaggio con Gargiulo che chiude un’azione innescata da Dermaku e Coda, rocambolesca ma incisiva. I padroni di casa raddoppiano le forze e dominano anche quando Coda è costretto ad uscire per infortunio. Strefezza e Olivieri non mollano mai la presa e nel secondo tempo l’ex spallino serve un assist d’oro in un corridoio centrale per Mayer che raddoppia chiudendo di fatto il match.

Nelle tre piazze calabresi si riflette sul da farsi per superare questa fase critica di gioco e risultati.

Potrebbe piacerti anche