Home breaking-news Straface incontra i vertici Asp: nessuna chiusura pronto soccorso Corigliano

Straface incontra i vertici Asp: nessuna chiusura pronto soccorso Corigliano

di Isabella Roccamo
22 visualizzazioni

Proficuo incontro, quello avvenuto stamani, presso la sede dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, tra l’onorevole Pasqualina Straface, consigliere regionale di Forza Italia, e il commissario straordinario dell’Asp, dottor Vincenzo La Regina; incontro al quale ha partecipato anche il direttore sanitario dell’Asp, dottor Martino Rizzo.
“Ho reputato opportuno chiedere immediatamente tale incontro – dichiara il consigliere Straface – all’indomani di alcune notizie di stampa afferenti paventate soppressioni in atto presso il presidio ospedaliero “Guido Compagna” dell’area urbana di Corigliano, ma anche per fare il punto su quella che deve essere la necessaria riorganizzazione e il conseguente potenziamento di tutti e due i nosocomi della città di Corigliano Rossano. Una disamina sulla sanità territoriale, sulla quale mi sono soffermata con un intervento protrattosi per circa un’ora, durante la quale ho evidenziato l’inderogabile necessità di potenziare e migliorare tutti i servizi al cittadino, nell’ottica di garantire il reale soddisfacimento del diritto alla salute e mettere fine ad anni di ritardi, tagli e inefficienze. Un focus a 360 gradi sul settore proprio nel territorio dove sorgerà l’Ospedale unico della Sibaritide, i cui lavori continueranno così come da cronoprogramma e su forte impulso del Presidente della Regione, onorevole Roberto Occhiuto, che segue con particolare attenzione la realizzazione di questa importante opera”.
“Primo risultato richiesto e conseguito – spiega Straface – è la rassicurazione che i due presidi ospedalieri “Compagna” e “Giannettasio” manterranno intatta la loro dignità, accrescendo e migliorando i rispettivi servizi. Il pronto soccorso di Corigliano, pertanto, non chiuderà, ma anzi sarà potenziato con una nuova ala, di prossima inaugurazione, ristrutturata con fondi della stessa Asp provinciale, alla quale si dà atto dell’attività posta in essere. Altre notizie positive, poi, riguardano i diversi reparti del nosocomio coriglianese. Per ciò che riguarda Radiologia, è stato chiesto un servizio h24, ossia perfettamente funzionante giorno e notte, con la presenza di medici che garantiscano un celere ed efficace servizio ai cittadini-utenti che necessitano di radiografie ed ecografie senza essere trasportati da un ospedale all’altro per un referto. A tal proposito, la struttura verrà implementata con un gastroscopio, un particolare strumento medico atto proprio a soddisfare tali esigenze. Ho poi ricevuto notizia dell’avvio dei concorsi per l’assunzione di figure mediche, afferenti il reparto di Pediatria e non solo. Per ciò che concerne, ancora, il Laboratorio analisi, questo verrà potenziato, grazie all’opera svolta dal dottore Luigi Muraca, con le unità di Allergologia e Immunologia, impegno che si divulga anche attraverso l’attivazione degli ambulatori di Diabetologia e Neuro-geriatria”.
“Ulteriori notizie – spiega ancora Straface – interessano l’istituzione della Neurologia d’urgenza e della cosiddetta Stroke-Unit, nonché il settore della Chirurgia con l’attivazione di un ambulatorio di “piccola chirurgia” e la realizzazione di pacchetti per prestazioni ospedaliere. Parimenti, per ciò che riguarda il reparto di Cardiologia dell’area urbana di Rossano, è stato avviato l’atteso ed importante concorso per la figura del primario ed il rafforzamento di tutto ciò che attiene l’emodinamica e il ramo degli scompensi cardiaci, per meglio fornire risposte celeri ed efficaci all’utenza. Altresì, saranno indetti i concorsi per il reparto di Ortopedia con nuove figure professionali e, per ciò che concerne la neuropsichiatria infantile, ho richiesto la mobilità d’urgenza per far fronte all’assenza della figura predetta e venire incontro alle numerose richieste delle famiglie interessate dall’utile servizio. Infine, ma fatto ugualmente di straordinaria importanza, il potenziamento della direzione sanitaria locale per far fronte a quelle che sono le molteplici richieste di un territorio vasto e dalla notevole densità demografica. Un incontro, pertanto, a dir poco positivo, base di partenza per un dialogo costante e proficuo tra l’istituzione Regione, che mi onoro di rappresentare, e l’Asp di Cosenza nell’ottica di garantire in modo tangibile il diritto alla salute a tutti i cittadini”.

Potrebbe piacerti anche