Home POLITICA Vie della Seta: Gioia Tauro e porti ionici importanti snodi

Vie della Seta: Gioia Tauro e porti ionici importanti snodi

di Anna Franchino
283 visualizzazioni

“Il grande progetto delle Nuove Vie della seta che sta infiammando il dibattito di questi giorni a livello nazionale ed internazionale potrebbe rappresentare una grande occasione di sviluppo per la portualità calabrese”. E’ quanto afferma, in una nota, il presidente della Camera di commercio di Crotone Alfio Pugliese. “L’ambizioso progetto della cosiddetta Belt and Road Initiative – prosegue Pugliese – prevede al momento la realizzazione e lo sviluppo di tre rotte terrestri e due marittime, capaci di spostare gli equilibri geopolitici mondiali. Nell’ambito delle rotte marittime il porto di Gioia Tauro ed i porti ionici potrebbero costituire importanti snodi, strategici nell’ambito dell’area mediterranea ed idonei a rilanciare lo sviluppo socioeconomico dell’intero Mezzogiorno di Italia”. “E’ importante – sostiene ancora il presidente della Camera di commercio di Crotone – lavorare per portare le imprese italiane nel mercato cinese anziché subire l’avanzata incontenibile dell’economia cinese, sostenendo un progetto di sviluppo italiano atteso da oltre un ventennio. In tale contesto, anziché spingere su progetti di ‘archeologia geopolitica’ come la Tav, sarebbe più opportuni puntare sul sostenere il ruolo dell’Italia come snodo logistico tra Europa ed Asia, sviluppando il porto di Gioia Tauro e collegandolo logisticamente al resto della regione e del mondo con collegamenti intermodali”. “Purtroppo, al momento – sottolinea ancora Pugliese – il Governo intende escludere Gioia Tauro dalle opportunità legate a tali accordi inserendo esclusivamente i porti di Genova e Treviso. E’ evidente che tale scelta priverebbe l’Italia del più importante snodo logistico nel Mediterraneo, con pesanti conseguenze in termini strategici. Auspichiamo che tale decisione venga rivista dando finalmente alla portualità calabrese l’importanza che merita a vantaggio dell’economia dell’intero Paese”.

Potrebbe piacerti anche